Agenzia per lo Sviluppo Digitale (ASDI)

Tutto partì con questa lettera

 

San Marino, lì 24 Agosto 2012

Spett.li
Organizzazioni politiche Sammarinesi

 

Illustri signori,

l’Associazione Sammarinese per l’Informatica (ASI) propone a tutta la classe politica sammarinese di considerare i seguenti suggerimenti nella stesura del programma elettorale delle imminenti elezioni. Con questo documento desideriamo dare un valido e fattivo contributo al sistema paese, in linea con gli scopi perseguiti dall’associazione.

 

Ormai è assodato che l’economia digitale è un punto fondamentale dei progetti di crescita e sviluppo dell’Europa. Nel 2010 è stata istituita dalla Commissione Europea “Europa 2020” quale strategia politica a sostengo dell’occupazione, della produttività e della coesione sociale; l’Agenda Digitale è una delle 7 iniziative faro per il perseguimento dei suoi scopi. Il recente Decreto Sviluppo del governo Monti, seguendo la linea Europea, ha istituito un’Agenzia per l’Italia Digitale. Infine, è ormai palese per la classe politica internazionale, considerare il mercato digitale, il settore che potrebbe trainare paesi come l’Italia fuori dalla grave crisi economico-finanziaria di cui tutt’ora ne paghiamo il caro prezzo.

 

Solo contando l’indotto generato dalle iniziative politiche sopra esposte, renderebbero il mercato digitale o meglio, il settore informatico e delle telecomunicazioni (Information and Communication Technology ICT), strategico in un piano di investimenti del nostro paese. Ma quello a cui San Marino deve mirare è cogliere l’occasione per creare quella economia reale (e sana) che potrebbe dare impulso a tutto il comparto economico del paese. Qui vorrei chiarire il concetto con un esempio: Contando sul fatto che Italia ed Europa investiranno sul digitale nei prossimi 10 anni potremmo richiamare aziende e capitali esteri per inserirci immediatamente sul mercato; questo sarebbe un errore (od in buona parte), San Marino dovrebbe raccogliere forze e competenze organizzando un piano strategico per costruire all’interno supporti legali, infrastrutture e professionalità che siano il motore dello sviluppo digitale sammarinese.

 

L’Associazione Sammarinese per l’Informatica chiede alla politica sammarinese di costituire l’Agenzia per lo Sviluppo Digitale (ASDI).
1. ASDI formulerà un piano strategico per lo sviluppo digitale, valutando gli obiettivi su programmazioni pluriennali, lo stato attuale delle infrastrutture, il ritmo di crescita per il raggiungimento degli obiettivi. Il piano strategico sarà discusso ed approvato dal Consiglio di Stato.

 

2. Dato il piano strategico, ASDI lavorerà per la crescita delle infrastrutture e la formazione delle professionalità.

 

3. ASDI lavorerà in 2 ambiti: il pubblico ed il privato.

 

A riguardo delle infrastrutture, ASDI valuterà tutti gli investimenti pubblici connessi al settore ICT affinché vengano seguite linee comuni ed economizzate le risorse per massimizzare servizi ai cittadini, alle imprese ed alla stessa PA. Mentre per quanto concerne la crescita delle professionalità, ASDI sarà ente terzo per la certificazione dei processi informatici e tecnologici, nonché promotrice delle categorie professionali che operano nel settore ICT.

 

A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, elenco alcuni ipotetici ambiti in cui ASDI potrà lavorare:

 

* Ogni progetto finanziato dallo stato (o aziende autonome) per l’investimento in reti, hardware, software o consulenze informatiche in genere, verrà portato a conoscenza di ASDI per valutarne la bontà, nonché il massimo coinvolgimento del sistema economico sammarinese;

* Supportare lo Stato nella realizzazione dei progetti utili alla digitalizzazione della PA;

* Supportare lo Stato alla formazione del personale dipendente della PA;

* Promuovere la cooperazione pubblico/privato per massimizzare le sinergie e creare nuovi servizi;

* Rilascio di certificazioni di qualità, relativamente ai supporti informatici, per qualsiasi processo economico;

* Identificazione e promozione di tutte le figure professionali operanti nel settore informatico in senso lato (un elenco indicativo: amministratore di rete, sistemista, programmatore, web design, web developer, web manager, content manager, community manager, consulente informatico, graphic designer, sviluppatore di videogiochi, sviluppatore software, Chief Information officier). ASDI dovrà sensibilizzare la forza lavoro sammarinese (soprattutto i giovani) alle opportunità dei vari “mestieri” dell’informatica per renderli i futuri protagonisti della New Economy;

* Accompagnare San Marino all’acquisizione di standard di qualità riconoscibili a livello internazionale nella realizzazione dei servizi pubblico/privato, anche come strumento virtuoso per l’attrazione di soggetti economici esteri;

* Lavorare con il governo affinché i servizi offerti possano godere di regole chiare e sostenute da impianti legali adeguati (ad esempio: normativa sulla privacy dei dati informatici);

 

Il lavoro necessario per rendere San Marino un protagonista della New Economy è impegnativo, forse difficile ma sicuramente NON impossibile. L’Associazione Sammarinese per l’Informatica si è costituita proprio perché crediamo ci sia un grande potenziale e questa opportunità non deve essere sprecata.

 

Il confronto politico di tutti è fondamentale. Propongo 3 concetti per iniziale i lavori compreso la formula a noi ideale, che definiscano il carattere di ASDI:

 

1. ATTITUDINE MERAMENTE TECNICA DEL DIRETTIVO E NOMINA POLITICA MARGINALE. Proponiamo di dare ad ASDI un direttivo composto unicamente da tecnici, la cui nomina può essere politica nella misura massima di un terzo, le restanti verranno ripartite tra le associazioni economiche più appropriate.

 

2. MASSIMA TRASPARENZA E COMUNICAZIONE CON LO STATO. Proponiamo che l’agenzia debba ottenere tutte le informazioni di sua competenza da qualsiasi ufficio della PA, aziende autonome ed enti pubblici. Qualsiasi spesa dovrà essere sospesa

 

temporaneamente, in attesa della pubblicazione della relativa raccomandazione di ASDI.

 

3. ESEMPIO DI EFFICIENZA E TRASPARENZA VERSO LA CITTADINANZA. Proponiamo che l’operato di ASDI ed ogni sua voce di spesa sia trattato con la massima responsabilità e trasparenza, dando ampia documentazione sul sito web dedicato.

 

In chiarimento del punto 2, riteniamo che l’informazione sia molto più importante ed efficace del potere di veto, in questo modo ASDI eviterebbe di stravolgere i normali iter burocratici.

 

Una piccola parentesi sulla lingua inglese. ASI, ma anche “San Marino For The Information Technology” SMAIT, ritiene importante (se non fondamentale) attivare strumenti politici necessari ad un maggior utilizzo della lingua.

 

In queste poche righe si è tentato di sintetizzare concetti, che probabilmente andrebbero discussi ed approfonditi. E’ lo scopo di ASI è contribuire ad una visione più nitida sulle opportunità che San Marino potrebbe sfruttare aprendosi alla nuova economia digitale. Con ciò rinnoviamo la nostra disponibilità al confronto con la politica affinché tale progetto possa essere condiviso con tutti i cittadini.

 

Buon lavoro.

 

Il presidente
William Casali

Articoli collegati

thumbnail
hover

Convocazione Assemblea Soci

è convocata l’assemblea dei soci ASI per mercoledì 19 giugno 2019 presso la Sala Montelupo – in Piazz...

  • Pubblicato da ASI
thumbnail
hover

Decreto 135/2018 un grave freno allo...

Comunicato stampa Il direttivo dell’Associazione Sammarinese per l’Informatica nell’apprendere gli effetti del decreto n.135 del 2018,...

  • Pubblicato da ASI
thumbnail
hover

Un primo passo verso la digitalizzazione...

Comunicato stampa Con il Decreto Delegato 31 ottobre 2018 n.138, che mira alla semplificazione della presentazione del bilancio per gli oper...

  • Pubblicato da ASI